giovedì 30 aprile 2009

Fagioli grossi senza brodo alla stazione Termini di Roma

Un ricordo di Roma: alle 23.00 di sera mi siedo in attesa di un tram alla stazione Termini e alle mie spalle due tizi iniziano a parlare...
Primo tizio che chiameremo IL BRODO: “Ahò che fine hai fatto?”
Risponde un altro, (che chiameremo IL FAGIOLO), uscendo dalla sala giochi: “Son stato malissimo”
il Brodo: “cos’hai combinato?”
il Fagiolo: “che ne so. L’altro giorno apro il frigo e me vedo dei fagioli, così grossi nun li avevo mai visti!
Insomma, li prendo, gli do’ una scaldata e me li magno. Ahò, dopo due ore un male alla panza, un male!”
il Brodo: “Ma te sei magnato anche il brodo?”
il Fagiolo: “No, quello no per non star male, insomma, che ne so da quanto tempo c’erano in frigo i fagioli. Ahò, così grossi nun li avevo mai visti!”
il Brodo: “e che hai fatto?”
il Fagiolo: “niente. Un male del genere m’ha preso così forte, ho chiamato l’ambulanza, 5 ore de fila nel pronto soccorso! Ammazza, li mortacci loro!”
il Brodo: “te lo dico che nun t’ho visto per du’ giorni. Eh si che il brodo nun lo avevi magnato…”
il Fagiolo: “Arrivo al Pronto Soccorso e questi me chiedono le generalità.
Me fanno-che lavoro fai?- ”
il Brodo: “e tu che gli hai detto?”
il Fagiolo: “che non ero mica li per trovare un lavoro!”
il Brodo: “ma t’hanno chiesto pure il titolo de studio?”
il Fagiolo: “Si, gli ho detto Laurea in medicina chirurgica. Secondo loro, se c’avevo la laurea in medicina stavo lì??”
il Brodo: “magari t’hanno curato mejo per questo”
il Fagiolo: “Non so, comunque i fagioli erano grossi e boni”
il Brodo: “E nun hai magnato er brodo…”
Morale della chiaccherata: quelli del Pronto Soccorso invadono eccessivamente la privacy nel chiedere le generalità, se possiedi una Laurea in medicina vieni curato con una maggiore attenzione, il brodo dei fagioli è meglio gustarselo tanto se sono scaduti si sta male ugualmente.
Roma io ti adoro!

mercoledì 29 aprile 2009

Se non costasse troppo lo assumerei

Un caro saluto a Fabio Volo.
Oggi mi hai fatto sorridere (nella tristezza della situazione generale).

Brunetta Vs. Bignardi


giovedì 16 aprile 2009

Regime dell'informazione?

Entrando su Repubblica.it a questo indirizzo:
http://www.repubblica.it/2006/05/gallerie/esteri/folla-obama/14.html

e modificando manualmente l'url (cambiando il 14 con 15)

scopriamo che il servizio originale prevedeva 15 immagini e non 14 e scopriamo che la quindicesima immagine poteva essere poco gradita dal nostro... come definirlo? Capo di stato?



Allego l'immagine 15 presente su Repubblica.it prima che la tolgano definitivamente.





Saluti! Testa alta.

mercoledì 15 aprile 2009

Appello per Vauro

Hanno sospeso Vauro per questa vignetta giudicata  "gravemente lesiva dei sentimenti di pietà dei defunti":
ESPRIMIAMO IL NOSTRO DISSENSO ALLA REDAZIONE DI ANNOZERO, AFFINCHE' POSSANO RACCOGLIERE LE E-MAIL DI SOLIDARIETA' VERSO VAURO:
annozero@rai.it
IO HO SCRITTO: "Sono contraria alla sospensione di Vauro, lo trovo un semplice caso di censura"
Oggetto dell'e-mail: solidarietà per Vauro
Firmato con Nome-Cognome

Ode all'Ascella

Ode all'Ascella puzzolente sul tram numero 20.
Cara ascella, nella stagione delle rondini, sei il mio tormento.
Salgo sul tram e al tepor del tuo olezzo quasi svengo.
Ti guardo e la tua aureola scura sulla maglietta unta è un vero ammonimento.
Ahimé, di contanti barbari nella conoscienza del bagnoschiuma è composto lo sciame umano?
Deodorante, toilette serale, biancheria lavata, noi lindi, incazzati con biasimo, una lezione di pulito per certe persone  serbavamo...
Donne anziane, manager incravattati, giovani sgallettanti, a tutti appartieni,
ora capisco la tua democrazia, tu non discerni a chiunque tieni!
Se il Premier tronfio gongola sul bel paese, tu colpisci pure lui con il tuo arnese:
e non capite male voi, mica è quello! Cito sol il cattivo effluvio di odore,
mica il pensiero nefasto di cosa fareste a chi pago del populismo lo vota senza pudore!
Cara ascella, vestita con multicolore, nuda, con flora o senza, solo se pezzata generi un gran timore,
quello di esserti accanto anche per poche ore.
Domani avremo un nuovo appuntamento e una sol confidenza mi permetto:
"naufragar non m'è dolce in questo mare".

- - - - - -- - - -- - - - --  Genesi dell'ode: ore 17.00 sul tram affollato dopo una giornata di calura primaverile mentre riflettevo la mia triste sorte: quella di annusare gli odori di chi con la bocca lodava l'umanità di alcuni rappresentanti delle istituzioni, (anche cattoliche), nella loro passerella in Abruzzo!

sabato 11 aprile 2009

Fuori i nomi

Terremoto in Abruzzo
Primi arresti per i colpevoli di sciacallaggio.
Già in manette Bruno Vespa

Sicurezza informatica
USA: Proposta di legge per dare al presidente il potere di spegnere internet.
La Carlucci è un po' invidiosa. La sua proposta non era così stupida.

G20
Berlusconi al G20 fra gaffe e foto buffe, criticato pure dalla regina.
[Ci sto provando giuro, ma non riesco a scrivere qualcosa di più ridicolo della realtà.]

Praga
Obama accolto con lo striscione "Obama scusa per Berlusconi"
Maledetti cechi postcomunisti...

G20/2
La regina fa fare brutta figura a Silvio Berlusconi.
Come se non ci pensasse già da solo...


by Ste

mercoledì 8 aprile 2009

L'Aquila non c'è più

Le pecore sono in lutto, una cara amica e tante persone in Abruzzo stanno soffrendo e piangendo la perdita delle proprie radici, dei propri cari e delle bellezze storiche dell'Aquila.

Se pensate ad inviare aiuti in Abruzzo, leggetevi le indicazioni di Miss Kappa e anche questo post:


L'Aquila non c'è più

Eccomi qui. Gli ultimi post sono stati scritti non di mio pugno. Era la mia amica Chiara che scriveva da Bologna. Questa sono io. La situazione è tragica. Inenarrabile. Io e la mia famiglia abbiamo perso tutto: case, lavoro, vita passata, radici. TUTTO. Ma quello che vorrei urlaste al posto mio è la rabbia di essere stati lasciati soli. Noi Abruzzesi siamo stati mandati a morte scientemente. Erano mesi e mesi di scosse, e nessuno ne ha mai parlato. Nessun giornale, nessun TG. NESSUNO. NESSUNO.NESSUNO. Nessun piano di emergenza era stato approntato. Siamo stati mandati a morte. Avrebbero dovuto farci evacuare. Il terremoto del 700 ha avuto la stessa casistica, gli stessi tempi. Identico. E loro ci rassicuravano. Parlano di 200 morti. Bugia. Al momento sono mille. E non è finita. E gli sfollati sono 60mila.Denuncio quell'imbelle del sindaco Cialente. La presidente della provincia Stefania Pezzopane. Tutte le autorità. L'Aquila non è. Fu. E noi tutti con lei. Si entra in città e non si hanno più punti di riferimento. Mio marito è entrato stamani. E' tornato al campo sfollati. Non connetteva. Non sapeva più neanche il suo nome. Sono lucida. Le cose che vi dico sono verità. A presto. Anna

LINK: CLICCA QUI

sabato 4 aprile 2009

Scampagnata a Roma!


4 Aprile 2009 - Manifestazione al Circo Massimo


- Grande scampagnata oggi a Roma per aiutare l'economia dei negozi, bar e botteghe della capitale - questa l'interpretazione del Ministro Brunetta atta a sminuire la grande voce del popolo, che sotto le bandiere rosse della rabbia, chiede a gran voce il rispetto dei fondamentali diritti dei lavoratori e la fine delle minacce dell'accordo separato.



REAZIONI, (ovvero la satira che disgusta il governo):

I 7 nani: "Dovete capire Brunetta, ha un certo passato... Non quello con Bettino, prima ancora, ecco noi per distrarci con Brunetta andavamo sempre a raccogliere i fiori nei prati di Bianca-neve"


Brunetta: "ho parlato di scampagnata mica per offendere, per darvi degli ignoranti, volevo sottolineare lo spirito pacifico con cui si è svolta la manifestazione. Nel frattempo il Governo lavorerà ancora anche per quegli ingrati, abbiamo sempre bisogno di metterla lì a qualcuno!"
Gli ingrati sono corsi a svuotare le farmacie di tutte le scorte di vaselina.


Ratzinger, il "Duca Bianco" del Vaticano: "sguinzagliateli dietro i Papa Boys, poi vediam chi sopravvive!"


Gasparri sta cercando di comprendere l'importanza del contratto collettivo, il suo prossimo passo sarà ascoltare la spiegazione di cos'è l'accordo separato.
Il suo ufficio stampa si comporta così:
primo step: "con un buffetto sintonizzare Gasparri sulla terra"
secondo: "spiegare con la coaudivazione di istruttivi semplici disegni i concetti base da comunicare a Gasparri"
terzo: "spiegare da che parte sta con il Governo" (un tempo non lo facevano e una volta stava per dare pubblicamente ragione ai comunisti!)
quarta parte: "imboccargli una qualche dichiarazione facendigliela ripetere almeno 30 volte a memoria"
quinto e ultimo step di feedback: fare girare Gasparri su se stesso dieci volte, dopo di ciò, se prosegue dritto verso l'uscio è pronto per la stampa, diversamente bisogna ricominciare tutto dall'inizio.


I borghesi tronfi si sono rifugiati sul grande grosso yacht di Tronchetti Provera. Della Valle ha ballato tutta la sera coprendo le sue nudità con una banconata da 500 euro, questo pare abbia generato false vomitate da ubriacatura. Il servizio ai tavoli e il magnifico buffet sono stati direttamente offerti dalla P3, la torta era servita da un banchiere appeso a testa in giù sulla volta di un ponte di legno e cartone.


Berlusconi per distrarre la stampa estera dal dissenso italiano ha usato una nuova gaffe con la Merkel:




Bondi orgoglioso ha composto subito una poesia:

Cipiglio gelido,
sangue d'acciaio,
Donna di governo senza umorismo sei
una farfalla senza ali.

Vola alto con virili ali il nostro Capo,
nessuna barriera alle sue idee, un solo grido
benedetto da tutta la trinità del Dio:
l'urlo del lavoro per te, ma in realtà porto tutto a casa da me!


By La Mente Persa


Vi consiglio questo post: Leningrad Cowboys Blog

venerdì 3 aprile 2009

Basso consumo

Il linea con Tokyo e le recenti novità introdotte dal nostro amato paese a favore del risparmio energetico e sostegno dell'ambiente, ma anche a causa della laurea di una nostra pecora e all'ottenimento di un lavoro di una seconda nostra pecora, il Gregge si trova in un momento di bassa produzione (cacchine, lana e belati).
Congratulazioni alle due nostre pecorine Ste & Zimm!!!



mercoledì 1 aprile 2009

Nuova rotta


Il Gregge dopo un lungo conciliabolo ha deciso di modificare la linea politica perseguita fino a ieri.
Ci siamo accorti che l'Italia è diventata un paese migliore da quando c'è Lui. Più sicuro, più informato, più corretto.
Il Gregge da oggi sarà schierato politicamente a favore del nostro carismatico leader.
Basta satira, basta lamentele, basta provocazioni. Anche noi saremo in linea con i nuovi dettami del grande timoniere imprenditore operaio.